1 1 1 1

PROVE SU MATERIALI DA COSTRUZIONE, TERRE E ROCCE, ART. 59 D.P.R. 380/01.
LABORATORIO PER ANALISI CHIMICHE E AMBIENTALI

Laboratorio autorizzato dal Min.II.TT. - Servizio Tecnico Centrale
Calcestruzzi, acciai, murature, legno, aggregati, materiali lapidei, prove in sito
Geotecnica terre e rocce, geotecnica stradale
Prove acustiche e termiche
Analisi chimiche, terre e rocce da scavo, test di cessione, emissioni in atmosfera, rifiuti

Presentazione

Il Laboratorio R’bk S.r.l. viene costituito nel 1977 per la gestione, l'esecuzione e la consulenza sulle prove e sulla certificazione dei materiali da costruzione (calcestruzzo, leganti idraulici, aggregati, acciaio, laterizio ed altri).

Autorizzato dal Consiglio Superiore dei LL.PP. – Servizio Tecnico Centrale – ai sensi dell’art. 59 del D.P.R. 380/01 per i settori materiali da costruzione, terre e rocce (Circ. Min. n. 7617/10/STC e n. 7618/10/STC, associato all’ALIG (Associazione Laboratori di Ingegneria e di Geotecnica), da anni garantisce la qualificata competenza dei soci e dei collaboratori a tutte le Imprese, Società di costruzioni, Enti ed Amministrazioni Pubbliche, senza trascurare alcune particolari realtà produttive nei campi della prefabbricazione sia di elementi strutturali che complementari, della fabbricazione del laterizio, dell'acciaio da carpenteria ed altri.

L'attività del Laboratorio è da considerare, ai sensi dell'art. 59 comma 3° del D.P.R. 380/10, “servizio di pubblica utilità”.

Anticipando il nuovo panorama legislativo, la Società ha avviato a partire dal 1992 una serie di iniziative ed investimenti, da attuare nel medio periodo, finalizzati a:

- aggiornare i macchinari di prova secondo i nuovi standard europei;

- acquistare nuovi macchinari ed attrezzature per l'esecuzione di prove in nuovi settori e con standard normativi diversi (vedi UNI, UNI-EN, CNR, ASTM, BS, DIN, ecc.);

- produrre e distribuire materiale informativo ai tecnici delle Imprese, dei vari Enti e ai liberi professionisti riguardo all'evoluzione del panorama normativo;

- curare l'assistenza nei cantieri di produzione, di lavorazione e di messa in opera;

- aumentare la base occupazionale della Società, sia con assunzioni di personale che con l'incremento delle collaborazioni professionali esterne;

- perseguire gli obiettivi inerenti la propria qualificazione aziendale, nel generale processo di certificazione della qualità dei prodotti anche destinati all'esportazione.

Proprio in riferimento a quest'ultimo punto è da evidenziare come il D.P.R. 246/93 istituisce il Benestare Tecnico Europeo per i prodotti da impiegare nelle costruzioni in generale: il marchio CE diviene attestazione di qualità dei prodotti e dei sistemi destinati alle opere di ingegneria strutturale o geotecnica, per i quali il Servizio Tecnico Centrale del Min. dei LL.PP. è Organismo di Certificazione e di Ispezione.

Attivita' svolta dal laboratorio

Dal 1977 al 1993

In questo periodo l'attività della Società riguardava esclusivamente le prove sui materiali da costruzione come da Legge 1086/71 e da successive norme e regolamenti stabiliti da vari Decreti attuativi del Min. LL.PP. Ci si occupava, quindi, di prove e certificazioni attestanti la qualità fisico-meccanica dei materiali (in particolare calcestruzzo e acciaio) utilizzati nelle opere e nei manufatti civili, industriali, infrastrutturali, ecc., sia pubblici che privati.

Particolare importanza assume la collocazione geografica del Laboratorio: infatti, il Laboratorio R’bk risulta essere l'unica struttura del genere nella provincia di Belluno. Pertanto, le Imprese e le Società di Costruzione, gli Enti Pubblici ed i soggetti privati del Bellunese acquisiscono un servizio ottenibile prima solamente presso organismi presenti in altre provincie, con difficoltà logistiche e burocratiche e con tempi di attesa facilmente immaginabili. Attualmente sono insediati Laboratori autorizzati in tutte le provincie limitrofe alla nostra.

Dal 1993 al 2001

Il Laboratorio prosegue la propria attività programmando un investimento, i cui obiettivi principali sono stati già evidenziati, con lo scopo di completare l'assistenza e la consulenza tecnica alle Imprese, anche in settori non specifici alla legge 1086/71, con prelievi, prove, certificazioni, consulenze su: aggregati, bitumi, conglomerati bituminosi, geotecnica stradale, geotecnica dei terreni e delle rocce, geotessili, barriere stradali, simulazioni di carico distruttive e non, tarature e controlli di macchinari, monitoraggi, rilievi strumentali, laboratori mobili, laboratori di stabilimento, marcature CE. Le attività di servizio si rivolgono non esclusivamente al settore edilizio, ma a tutte le Imprese e Ditte bellunesi che richiedono l'esecuzione di prove fisico-meccaniche su vari tipi di materiale come attestato della qualità della produzione o come verifica di una certa fornitura

Dal 2001 ad oggi

Il Laboratorio intraprende un’operazione immobiliare che lo porta a stabilire la propria sede definitiva a Limana (BL), con una superficie complessiva di 800 mq di laboratori. Si sono consolidati i settori di prova preesistenti ed ampliati e strutturati vari settori inerenti la marcatura CE dei materiali da costruzione. Viene completamente attrezzato ed organizzato un laboratorio geotecnico (terre e rocce), tanto da ottenere la prevista autorizzazione da parte del Min.II.TT. Attraverso una lunga e fattiva collaborazione con Confartigianato Imprese Belluno, viene sviluppata una sezione dedicata alle prove chimiche ed ambientali, così da soddisfare completamente le richieste dei propri clienti nel campo delle costruzioni e da rivolgersi anche ad altri settori produttivi della provincia.

Obiettivi futuri

In vista della certificazione di qualità dei prodotti in ambito europeo, gli obiettivi futuri di sviluppo dei servizi della Società riguardano la creazione, anche in concorso con altre realtà produttive o con associazioni di imprese o di categoria, di un Laboratorio di prove multi-settoriale, anche con partecipazioni e collegamenti con società esterne, tale da soddisfare le esigenze sia di ricerca, che di attestazione di qualità dei diversi settori produttivi presenti e prevalenti nella provincia di Belluno, senza trascurare la qualificazione professionale ed aziendale (corsi di formazione e/o di aggiornamento, seminari, incontri ed attività pratiche).